“Shinrin-Yoku, La teoria giapponese del bagno nella foresta per ritrovare il proprio equilibrio”

 Le risorse sostenibili di TerraLab a cura di Federica Albertin

Oggi andiamo insieme a fare una passeggiata. Basta solo un po’ di immaginazione e… chiudere gli occhi. Pront3?

“Immaginate proprio adesso di camminare nella foresta: sentite la terra e le foglie sotto i piedi, lo scricchiolio dei rametti. Ascoltate il canto degli uccelli e guardate il cielo blu attraverso gli scorci nella chioma degli alberi, osservando come la luce, che filtra attraverso di essi, illumina il sentiero davanti a voi. Inspirate profondamente. Potete percepire i vari aromi della foresta: il muschio, la linfa, la terra e il legno. Assimilate tutto”.

Ecco, abbiamo appena fatto insieme Shinrin-Yoku, forse più conosciuto come  foresth-bathing: il nome nasce nel 1982 da Tomohide Akiyama, direttore della Japanese Forestry Agency. Con questo termine si intende quella pratica di camminare “slow” nella foresta. Un vero e proprio bagno nella natura.

Nel libro “Shinrin-Yoku, La teoria giapponese del bagno nella foresta per ritrovare il proprio equilibrio”, edito Gribaudo, l’autore Yoshifumi Miyazaki non solo ci accompagna in un viaggio virtuale alla scoperta del potere rigenerante della natura, ma porta alla luce studi scientifici che dimostrano i benefici di questa pratica. Ed infine ci dà tips pratiche per portare il forest-bathing a casa nostra. andiamo con ordine.

La Nature Therapy

Il concetto alla base della Nature Therapy è promuovere il benessere e il rilassamento psicologico avvalendosi dell’  l’ausilio della natura: non solo foreste, ma anche parchi cittadini, fiori, piante di casa, persino pezzi di legno.

La società moderna ci porta a vivere in un perenne stato di stress (qui un bellissimo libro per approfondire l’argomento del technostress), disconnettendosi completamente dalle nostre origini: per migliaia di anni, infatti, l’essere umano ha vissuto nel verde e il nostro corpo lo riconosce come casa. Ecco perché la contemplazione della natura, o una semplice passeggiata, apportano un rilassamento fisiologico che offre un valido aiuto anche per la prevenzione delle malattie.

Cosa dice la scienza?

Il forest-bathing agisce  sull’equilibrio tra il nostro sistema simpatico e parasimpatico: si tratta del sistema nervoso autonomo. Il primo si attiva quando siamo in stato di stress acuto: è il nostro sistema di allarme che  produce adrenalina e cortisolo. Il secondo, è l’altra faccia della medaglia del nostro sistema nervoso: regola il corpo, ci permette di riposarci, digerire e rigenerarci.

Come praticare?

Il libro ci offre interessanti  spunti per cominciare a tuffarci nella natura da subito. Ci sono molti posti in tutto il mondo, e anche in Italia, dove poter fare Shinrin-Yoku guidati da esperti, ma possiamo concederci una piccola pratica anche in autonomia.

Ecco qualche esempio:

  • praticare meditazione/yoga nella natura
  • abbracciare gli alberi
  • fare giardinaggio
  • raccogliere le foglie secche
  • passeggiare consapevolmente
  • guardare le stelle
  • portare la natura a casa nostra (circondiamoci di piante, utilizziamo oli essenziali di alberi, scegliamo pezzi di arredamento in legno)

Siamo solo all’inizio della nostra passeggiata. Ora possiamo riaprire gli occhi. 


member

Federica Albertin

Vicepresidente di Terralab

Green Content Creator e Sustainability Copywriter per realtà etiche e artigianali, fonda il suo blog nel 2020 www.lecitazionidellafe.com, Communication Manager di Worldrise Onlus per la tutela dei mari